“E tu che volevi andare in una città straniera! Qui è un po’ come se fossimo andate all’estero”, mi dice mia madre, dopo i primi giorni a Sirmione. In effetti l’impressione è di essere fra i pochi italiani in un mare – anzi in un lago –  di tedeschi, austriaci, inglesi, francesi, oltre che di […]

[Continua a leggere]